DIVENTEREMO TUTTI MUSULMANI ?

di Amedeo Massimo Minisini

Ci siamo, tra non molto tutti musulmani ! Eravamo ai giardini pubblici di Albano a passare qualche ora in serenità con i nipotini. A urlare la minaccia era un anziano che giocava a palla con la nipotina di circa 5 anni, bionda con i capelli ricci e vestita con molta attenzione.

La frase, ripetuta più volte e a voce alta non cadde nel vuoto. C’erano nel parco oltre una decina di persone, adulte e questa minaccia urlata dette l’avvio ad una serie di commenti che fecero il coro alla frase dell’anziano.

Ci si chiedeva per esempio il perché di questa deriva a sinistra di Mediaset dopo la morte del fondatore, Berlusconi. Il perché non si vede da parte dei media nazionali, dare la giusta dimensione e attenzione al fenomeno della distruzione o ridimensionamento dei nostri valori culturali e religiosi che sono alla base della nostra crescita, da parte di irresponsabili .

Autorevoli insegnanti che chiedono e ottengono che i ragazzi non portino merende con prodotti che possano creare imbarazzo o meglio fastidio a gli alunni di fede musulmana. Noi per esempio siamo cresciuti con un pezzo di pizza bianca con all’interno una fetta di mortadella o prosciutto, a metà mattinata a colazione, poi se la pizza era calda…

Dobbiamo molta attenzione alle festività musulmane e per esempio alla fine del Ramadan chiudere la scuola.

Con questa logica dovremmo rispettare anche le festività di altre religioni : il sabato chiudere tutto perché per gli Ebrei è festa e poi, ci sono i buddisti, gli indiani, il carnevale cinese e tanti altri presenti nel nostro Paese .

Qualcuno scrive che la Sinistra ha ceduto l’Europa all’Islam per i voti degli emigranti. Ma la cosa più preoccupante su questo tema è rappresentato dal silenzio della CHIESA su questi eventi.

Gli islamici ottengono da uno zelante parroco, l’occupazione dell’oratorio per le preghiere del ramadan e da parte della Diocesi, nessun commento.
Da un servizio giornalistico di qualche giorno fa leggiamo: “Dall’Inghilterra al Belgio, dalla Germania alla Francia, sono in aumento i quartieri delle nostre città in cui vige di fatto la sharia. E dove un non musulmano non osa più avventurarsi. Con la complicità di sindaci e governi di sinistra. In alcune città le chiese si svuotano lasciando il posto alle moschee come ad esempio a Blackburn, in Inghilterra e a Nottingham dove la chiesa del Rosario è stata venduta dalla diocesi ed è diventata una moschea”.
Ce ne sarebbero altre decine di esempi, per non parlare poi della Francia. Mi piace chiudere questa chiacchierata con un insegnamento della scrittrice, purtroppo non più tra noi, ORIANA FALLACI che scrisse ne La forza della ragione:” gli islamici vogliono distruggere prima del nostro corpo la nostra anima, Il nostro sistema di vita, la nostra filosofia della vita. Il nostro modo di pensare, di agire, di amare, la nostra libertà- e ha aggiunto - non esiste un islam buono e un islam cattivo, ma solo l’islam del Corano.

Altri Articoli

L'Idea Popolare è iscritta al Tribunale di Roma con n.: 11822 del 20 settembre 20/09/2022. Direttore responsabile
Amedeo Massimo Minisini
In redazione
Giangabriele Foschini

Contatti