I soliti democristiani : fallisce sul nascere “Iniziativa Popolare”

UNA DIASPORA CHE NON FINIRA’ MAI QUELLA DEI POST DEMOCRISTIANI di amedeo massimo minisini

E’ durato “come un gatto in tangenziale” (il titolo ironico del film della Cortellessi) l’accordo tra le componenti che avevano firmato per la costruzione dell’Iniziativa popolare affidando l’incarico di segretario a Mattia Orioli. L’iniziativa era partita qualche mese fa, a maggio in una sala di piazza in lucina e si era concretizzata qualche mese dopo al SERAPHICUM di Roma dando vita a : INIZIATIVA POPOLARE che vedeva il rinunciare ai propri simboii e partitini e creare una unica iniziativa che sanciva l’inizio del rientro della diaspora e che ed avevano aderito calibri di esponenti già della Democrazia Cristiana come : il nuovo CDU di Mario Tassone, l’Alef di Ettore Bonalberti, Rinascita Popolare di P. Fiore, Iniziativa Popolare Lucana di Pasquale Tucciariello oltre ad altri ex Senatori e Deputati della già Democrazia Cristiana

Grandi discorsi di riunificazione e invito alle altre piccole componenti che ancora formano la diaspora, ad aderire all’iniziativa per ricreare al centro della politica una presenza forte di Cattolici popolari.

Un auspicio di tutti. Poi come era prevedibile e come nel costume di quanti arroganti e presuntuosi, si da inizio in previsione della prossima campagna elettorale per le Europee, alla ricerca di una “CADREGA” in milanese, tradotto, una poltrona, una sedia, un poto in una lista elettorale per le europee.. Inizia, il sempre attivo in questo senso onorevole Gianfranco Rotondi, attualmente a Montecitorio e leader di “verde e Popolare”.

Il convegno: a Saint-Vincent, luogo storico di Donat-Cattin e della sua componente politica che ogni anno trovava in quel luogo un momento di riflessione politica. Infatti Rotondi è stato il primo a tagliare il traguardo delle aggregazioni. Dichiara pubblicamente di aderire a Fratelli d’Italia e invita Giorgia Meloni a mandare un messaggio di plauso al convegno. Poi arriva Tassone Mario, segretario del nuovo CDU.
Partecipa al convegno di maggio a Roma e successivamente a quello del Seraphicum dove nel suo intervento critica quanti sono oggi nel Partito Democratico e nelle altre composizioni politiche , aderisce ed anzi sostiene l’operazione politica ed indica il nuovo segretario di INIZIATIVA POPOLARE. Tassone in chiusura del suo intervento dice: “C’è sempre tempo per correggersi, imboccare il percorso giusto e risorgere”. Infatti oggi aderisce al movimento di CUFFARO, in Siciiia, e spacca di fatto la neonata : INIZIATIVA POPOLARE facendola fallire appena costituita. Forse quando diceva c’è sempre tempo per correggersi, intendeva proprio a questo. Questa la dimostrazione di quanto “L’Idea Popolare” scrive dalla ripresa dei suoi lavori. Con lo scioglimento della Democrazia Cristiana ad opera di Mino Martinazzoli e successivamente riconosciuto che fu una operazione illegittima, oltre ad essere politicamente sbagliata, si sono formati oltre una trentina di piccoli partiti, tutti con il proprio leader e le proprie ambizioni. Ci sono stati numerosi tentativi di riaggregazione ma tutti falliti. Sono tutti leader e poca è la truppa. Si perde del tempo prezioso mentre la gente sempre più perde fiducia e non va a votare. Abbiamo un Presidente del Consiglio dei Ministri eletto con un terzo della forza elettorale, un poco più del 30 per cento, mentre la vera maggioranza, un sessanta per cento si astiene dal voto e che di fatto rappresenterebbe così la vera e reale maggioranza.

La soluzione è stata offerta da “LIDEA POPOLARE”.
Infatti su una piattaforma WEB che in collegamento con quanti interessati alla costruzione di una scuola (come c’era un tempo alle frattocchie per il PCI e alla Camilluccia per la DC) partecipano alla preparazione della nuova classe dirigente di ispirazione cattolica popolare. A questo proposito è stata costituita nei giorni scorsi dall’IDEAPOPOLARE una associazione dedicata a questa iniziativa. Si chiama “IL CAMINETTO 2023” – “Associazione Culturale L’idea Popolare di Luigi Sturzo”. L’invito a tutte le parrocchie e organizzazioni cattoliche del territorio nazionale di indicare quanti interessati al progetto. Molti sono già al lavoro ma sarebbe più facile e concreto raggiungere obiettivi significativi se la CHIESA credesse e collaborasse di più a questo ambito disegno.
Quanti interessati, possono aderire inviando la propria e-mail a:
ILCAMINETTO2023@gmail.com

Altri Articoli

L'Idea Popolare è iscritta al Tribunale di Roma con num: 11822 del 20 settembre 2022. Direttore responsabile Amedeo Massimo Minisini

Contatti